Eudora: configurare il correttore ortografico italiano.

2 11 2008
Mi piace Eudora, perché lo trovo molto leggero come mail reader, ma quando credo un nuovo messaggio di posta, il correttore ortografico di default impostato nel programma lavora solamente in lingua inglese e non c’è possibilità di configurarlo in lingua italiana.
Per impostare il corretore ortografico in lingua italiana, bisogna eseguire i seguenti passi:
  • scompattare i due file: italiano.tlc e italiano.xlc, e salvarli nella cartella di Eudora
  • aprire con un editor di testo (Blocco Note) il file eudora.ini che si trova nella cartella di Eudora (Eudora non deve essere in esecuzione) ed aggiungere queste due righe nella sezione [settings]:

    LexPath=C:\Programmi\Qualcomm\Eudora
    MainLexFiles=italiano.clx,italiano.tlx

    Il primo comando indica dove trovare i file della lingua, il secondo indica quali sono effettivamente i file di lingua. A questo punto basta riavviare Eudora e ci si accorge del cambiamento.

  • C’è anche la possibilità di usare più vocabolari contemporaneamente, basta semplicemente aggiungere le voci in questo modo:

    MainLexFiles=american.clx,american.tlx,italiano.clx,italiano.tlx,british.clx,british.tlx.

Annunci




Qualcomm Eudora: configurare Hotmail.

2 11 2008
Ecco una ricetta semplice e veloce per configurare un account di posta hotmail con Eudora utilizzando freepops. Bisogna installare:

  • L’ultima versione di FreePOPs. Rimando a questo link per delucidazioni.
  • Eudora

Allora iniziamo.

  • Se si apre Eudora per la prima volta, si dovrebbe aprire una finestra come quella in figura sotto. Bisogna cliccare sul pulsante Next.
  • Ora appare la finestra chiamata Account Setting. Bisogna selezionare la voxe Create a brand new email account e cliccare sul tasto Next.
  • Si apre la finestra Personal Information come quella sotto. Si deve semplicemente inserire il proprio nome. E’ il nome che verra utilizzato come mittente nelle mail, ma potrà sempre essere modificato.
  • Nella finestra Email Address si deve indicare il proprio indirizzo mail, per esempio pippo@yahoo.com or paperino@gmail.com. Cliccare sul tasto Next.
  • Nella finestra Login Name ci viene chiesto il login. Bisogna in questa fase scrivere l’indirizzo mail completo, necessario in caso (ed è questo il caso) si deve operare con il server di freepops. Per chiarimenti rimando qui. Cliccare poi sul tasto Next.
  • Nella finestra sotto viene chiesto di indicare l’indirizzo del proprio Outgoing Email Server. Sfortunatamente FreePOPs non fornisce un supporto per il protocollo SMTP. Questo significa che non si può utilizzare FreePOPs per spedire mail. Per inviare mail, bisogna dipendere dal server SMTP del proprio ISP. Nella finestra sotto, inserire l’indirizzo del proprio server SMTP nel campo Outgoing Server e premere sul tasto Next.
  • Adesso l’account è stato creato. Si apre la finestra sotto. Cliccare sul tasto Finish per concludere il processo di creazione dell’account.
  • Quando tutto è concluso, chiudere Eudora e aprire la cartella dove è installato Eudora (solitamente C:\Programmi\Qualcomm\Eudora). In questa cartella cercare la sottocartella chiamata extrastuff. Nella cartella extrastuff si trova il file chiamato esoteric.epi. Copiare questo file e incollarlo nella precedente cartella (dove si trova l’eseguibile Eudora.exe).
  • Avviare Eudora ancora e andare in Tools->Options.
  • Si apre la finestra Options come sotto.
  • Scorrere la sezione Category sotto. Si troverà il pulsante Ports. Selezionando il pulsante Ports apparirà il campo avanzato sulla destra. Nel campo POP Port(110) bisogna inserire il numero 2000. Cliccare poi OK. A questo punto è possibile usare Eudora con FreePOPs. Riguardo all’installazione di FreePOPs rimando a questo post.

Tratto da http://www.freepops.org/en/tutorial/eudora.shtml





JackSMS: sms gratis da pc.

31 10 2008

JackSMS è un programma multipiattaforma, utilizzabile sia da PC che da cellulari con piattaforma Java, il quale permette di inviare SMS utilizzando i servizi di invio SMS forniti dai siti web.
Lo scopo del programma è semplificare e abbreviare le operazioni che normalmente si dovrebbero fare per accedere alle pagine ospitate dai diversi siti che permettono l’invio gratuito di SMS.
Infatti JackSMS esegue connessioni http al sito che offre il servizio di invio sms. Questo permette di automatizzare e velocizzare le operazioni che un utente dovrebbe fare manualmente.
Personalmente ho scoperto la possibilità di inviare sms da tanti siti che offrono un servizio gratuito. Basta scorrere la lista dei servizi disponibili che JackSMS offre per rendersene conto. E pensare che mi limitavo ai 10 sms offerti dal mio operatore.
Inoltre mette a disposizione una moltitudine di funzioni, che vanno dal semplice invio di un sms, alla ricezione sul proprio cellulare di notizie estrapolate da portali internet alla possibilità di condividere i proprio sms inutilizzati, chattare con gli altri utenti della community ed avere supporto dal forum.
Il programma dispone anche di una funzione di autoaggiornamento, che consente un rapido upgrade del software nel caso si presentassero problemi con le operazioni interne per l’inoltro degli SMS ai vari siti, o per l’aggiunta di nuovi gestori che permettono l’invio gratuito di SMS.
I punti di forza del programma sono:

  • JackSMS è gratuito in tutte le sue versioni, scaricabile da qui;
  • sul sito di JackSMS è presente una community di supporto per tutti i tipi di problemi con l’utilizzo del programma;
  • è possibile contribuire attivamente al progetto, in particolare creando servizi utilizzabili dal programma.




Download Manager: eccone una lista!

28 10 2008
Quando si ha necessità di effettuare un download da web di una lista di file per centinaia di MB, il browser di certo non rappresenta il mezz più performante, in quanto si è vincolati a delle attese bibbliche, costretti allo scaricamento completo di ogni singolo file, con annessi rischi di errori di trasferimento che ti obbligano a rifare il download, e a scorinare tutto il proprio vocabolario di imprecazioni, rispolverando per l’occasione anche quelle più indicibili. Molto meglio utilizzare un Download Manager, un programma ad hoc che si occupa solo di gestire il downloading (e a volte anche l’uploading) di file caricati su Internet, previenendo eventuali errori di trasferimento e pemrettendo anche di salvare lo stato parziale del download, senza essere costretti a farlo ripartire da capo.
Ecco cosa cè scritto su Wikipedia alla voce Download Manager:
“Il gestore di download (o download manager) è un programma informatico che si occupa del downloading (e a volte dell’uploading di file caricati su Internet. A differenza di un download effettuato tramite un browser (in cui si deve aspettare obbligatoriamente lo scaricamento completo del file, che a volte può subire qualche errore), quello compiuto con il gestore di download previene eventuali errori causati da un cattivo trasferimento dei dati e consente di salvare lo stato parziale del download, senza essere costretti a farlo ripartire da capo. Un gestore di download può anche dividere il file richiesto in 2 o più segmenti, che poi vengono scaricati parallelamente, rendendo in questo modo più rapido il download nei limiti della banda disponibile.”
Eccone qui di seguito una lista dei migliori ovviamente gratuiti e per vari sistemi operativi:
  • Free Download Manager. E’ uno tra i migliori programmi open-source di questo tipo ( se non il migliore ), contemplando una lunga serie di caratteristiche e funzionalità, tra queste la possibilità di scaricare file con il protocollo BitTorrent, un Upload Manager per condividere i file con altri utenti, Flash Video download per scaricare video YouTube, Google Video, etc. e poi salvare in formato .Flv o convertirli in un altro formato video, Anteprima file audio / video prima ancora che il download sia completato, e molto altro ancora. Rimando a questo link per una completa spiegazione su come installarlo ed utilizzarlo.
  • Flashget Jetcar. Eccezionale sotto quasi tutti i profili (l’unico neo è che non ha il leech della pagina come gozzilla e non gestisce piu’ di 8 files in download contemporaneo)
  • RapGet. Sviluppato per ambiente Windows, vanta un supporto multi download, multilingua. Ha un gran numero di servizi supportati.
  • JDownloader. Sviluppato per ambiente Windows, vanta un supporto multi download, multilingua. Ha un gran numero di servizi supportati. E’ anche multipiattaforma visto che è scritto in Java.
  • Orbit Downloader. Sviluppato per ambiente Windows, ha in più la possibilità di scaricare video e audio dai siti di streaming e social media.
  • RapidWarex. Sviluppato per ambiente Windows, funziona con tecnologia .NET, quindi molto leggero.
  • RapidsharePlus!. E’ leggero, semplice ed immediato da utilizzare. Sviluppato per ambiente Windows.
  • Modrapi. E’ Rapidshare download manager per Linux.




Netbook: e’ forse il momento per acquistarne uno?

26 10 2008
Dell Inspiron Mini 9

Dell Inspiron Mini 9

Avete mai sentito parlare dei mini-notebook, anche detti netbook?
Sono dei computer portatili dalle dimensioni ridotte, in genere la diagonale dello schermo è al di sotto dei 12″. I pionieri di questo settore sono stati Asus (con il suo ormai famoso EEE Pc), MSI (che produce il suo più apprezzato rivale, il Wind), e Acer (il cui cavallo di battaglia è l’Aspire One).
A ruota, praticamente tutti i produttori piccoli e grandi di pc, hanno messo a listino un netbook. Devo dire che sin’ora, l’unica alternativa al EEE Pc modello 901 (quello con il processore Atom, e l’hard disk allo stato solido, la batteria molto capiente, ecc ecc..), a mio avviso è rappresentata dal Dell Inspiron Mini 9.
Il prodotto di Dell, pur avendo una batteria meno capiente (2200mAh), una webcam meno performante (0.3Mpx) ed altre cosette, rappresenta secondo me un prodotto equilibrato; e non mi si dica che per 50€ in più si può acquistare il EEE 901 che ha tante cosette in più: innanzi tutto, 50€ su 350€ rappresentano quasi il 15% del prezzo (quindi una percentuale assolutamente non trascurabile); seconda cosa, è inutile avere cose di cui certamente non si farà utilizzo. Posso capire di volere una durata del pc non minima, ma quanti utilizzerebbero il pc per più di 3 ore, con wifi acceso (quindi con accesso ad una rete wireless) senza poter ricaricare?

Ad ogni modo, se volete toccare con mano il prodotto Dell, a quanto pare l’occasione è giunta: apprendo da Netbook Italia che l’Inspiron Mini 9, normalmente venduto a 319€ più 29€ di spese di spedizione (in sostanza i 350€ di cui parlavo), può essere acquistato a partire dal 27 ottobre a 299€. Tra l’altro, essendo i prodotti Dell venduti online, questa è una delle poche occasioni per vedere il pc da vicino, a meno di non conoscerne un possessore.

Ultimo particolare: il netbook Dell è il primo a fornire come sistema operativo Ubuntu Notebook Remix. Volete mettere il valore aggiunto rispetto a Xandros (attualmente fornita da Asus) o Linpus (fornita da Acer)? Un gradino sopra!!

Fonte: Netbook Italia





Cost Of Smoking: il programma che calcola quanto si spende per le sigarette.

7 07 2008
Udite udite: esiste on-line un programmino completamente gratuito che permette di calcolare in media quanto denaro si spende per le sigarette (e non solo quello speso per comprarle). “L’illuminante programma” si chiama CostOfSmoking, e tiene conto oltre che del prezzo unitario moltiplicato per il numero di bionde giornaliere, anche del tasso d’inflazione e della percentuale di interessi che una banca avrebbe corrisposto per il deposito del denaro che invece invece viene speso per il tabacco. I risultati vanno oltre l’immediata comprensione e lasciano a bocca aperta. Per esempio ho scoperto che “papino” bruciando la media di un pacchetto al giorno, su 5 anni ha mandato in fumo 20mila euro. E pensare che fuma da più di 50 anni, a quest’ora eravamo ricchi! Che bestiaaa!




PDF Import: i file PDF con Open Office.

16 06 2008
Vi è mai capitato di avere necessità di editare un file in formato pdf? Adesso è possibile farlo direttamente con OpenOffice.org 3.0 beta. Gli sviluppatori hanno disegnato un’estensione per la versione 3.0 della suite d’ufficio rilasciata al momento in versione beta, che fa proprio al caso vostro: PDF Import.
Non solo sarà possibile creare file PDF a partire dai propri documenti, ma il plugin, chiamato per l’appunto PDF Import, permetterà anche di importare file PDF nel programma Draw e modificarli a proprio piacimento. Passi avanti sono stati fatti anche nella esportazione dei file. Infatti, spuntando la casella “Create hybrid file”, all’interno della finestra di esportazione, si crea un documento PDF contenente all’interno anche il file originale ODF: i file così creati saranno modificabili con OpenOffice e del tutto identici all’originale, una possibilità che gli utenti di alcuni software Adobe già conoscono e apprezzano.
PDF import funziona con OpenOffice.org 3.0 beta e StarOffice 9 , e lo si può scaricare dall’extension repository di OpenOffice.org, dove troverete le versioni per: Linux, Windows, MacOS X, Solaris x86, e Solaris Sparc. Una volta scaricata, l’estensione va attivata dal menù Strumenti –> Gestione estensioni. Si tratta di versioni beta e si raccomanda di tenere sotto controllo la pagina di sviluppo per eventuali aggiornamenti.